Almanacco del Monte Argentario: Natura > Mare > Circalitorale superiore

Profondità:

0–15 m
Infralitorale superiore


15–30 m
Infralitorale inferiore


30–50 m
Circalitorale superiore


50–150 m
Circalitorale inferiore


>150 m
L’ambiente pelagico


 
  In questa pagina:

Ecologia

Abitanti
Dove si trova
Immersioni
consigliate

Altre foto
   
Nella foto: praticello di Margherite di Mare. Fotografato all’Argentarola.
Foto: Alessandro Tommasi
   

     
 
 
30–50 metri di profondità:
il Circalitorale superiore
 
   
 
  L’ecologia
Il Circalitorale è caratterizzato, su substrati rocciosi, dalla presenza di formazioni di alghe rosse calcaree, le quali in zone particolari come le falesie (pareti di rocce calcaree) determinano il caratteristico popolamento del coralligeno. Questo tipo di fondo presenta delle notevoli somiglianze con scogliere coralline dei mari tropicali per biodiversità (numero di specie) e per biomassa (densità di individui) ma a differenza delle formazioni tropicali i principali organismi costruttori sono alghe anziché animali. Inoltre la scarsissima illuminazione presente in questi fondali rende inutile l’uso di colori sgargianti come sistema di riconoscimento.
 
Il Circalitorale superiore: gli abitanti
La fauna sessile che abita il piano Circalitorale su falesie “costruite” in gran parte da alghe rosse a tallo calcareo come il Lithophillum, è prevalentemente costituita da spugne, briozoi, antozoi come la Gorgonia rossa molluschi e policheti sedentari che, a loro volta, ricoprendo ogni centimetro disponibile di falesia, costituiscono la base sulla quale deambula una moltitudine di altri organismi: crostacei come l’Aragosta e molluschi striscianti come la Vacchetta di mare, echinodermi come i Riccio Melone e la Stella Gorgone. A questa profondità è frequente incontrare, lungo le pareti, fitti branchi di Anthias.
  Internet:

www.acquario
argentario.com
Centro Didattico
di Biologia Marina

Porto Santo Stefano,
E-Mail: info@acquario
argentario.com


 
Bibliografia:

Acquario e dintorno,
Edizione Massimi,
Porto Ercole,
senza data.

Tommasi, Alessandro:
Il nostro arcipelago
Edizione Polistampa
Firenze, 1999.

Tommasi, Alessandro:
Istanti dal blu
Edizione Polistampa
Firenze, 2002.

     
Dove si trova
All’Argentario una simile situazione è caratteristica della punta ovest dell’isolotto dell’Argentarola e dei livelli più profondi della Secca di Capo d’Uomo, mentre all’Isola Del Giglio si può trovare alla base della Secca della Croce lato nord est ed alle profondità di 40/50 metri sulle punte del Fenaio e di Capel Rosso. All’Isola di Giannutri è particolarmente caratteristica, e per questo amata dai sub la falesia che lambisce Punta Secca in direzione nord, al limite della zona di rispetto assoluto del Parco Marino.
 
Circalitorale superiore: Le immersioni consigliate
All’Argentario non si può non consigliare l’immersione della punta ovest dell’Argentarola durante la quale è possibile, sin dai primi metri, in ombra, notare le prime rigogliose colonie di Margherite di mare e, poco più sotto, gli ampi ombrelli di Gorgonia rossa. Scendendo ancora ogni centimetro quadrato di superficie è costantemente conteso per la soprawivenza dalle varie forme di vita sessile.
 
Caratterizzate dall’acqua sicuramente più limpida sono le immersioni della Secca della Croce e del Fenaio dell’Isola del Giglio, mentre la più ricca, per la moltitudine di specie presenti, è sicuramente la falesia di Punta Secca a Giannutri. Qua ogni subacqueo naturalista può veramente sbizzarrirsi nell’osservazione di molte situazioni interessanti difficilmente riscontrabili in una sola immersione in ambiente mediterraneo.
   
Riferimenti
online:


Capo d’Uomo

L’Arcipelago
Toscano –
Isola del Giglio,
Giannutri, Pianosa,
Montecristo

L’Accademia
Mare Ambiente A.M.A.
e l’Acquario del
Monte Argentario


Copyright

     

Gli autori sono tre dei quattro soci fondatori dell’Accademia Mare Ambiente S.M. di Monte Argentario. Alessandro Tommasi: tesoriere e coordinatore attività didattica. Primo Micarelli: direttore del centro. Maurizio de Pirro: segretario e coordinatore attività scientifica.
   
 
 
 
  Vai al sommario  |  Chiudi questa pagina
 

Vai a inizio pagina
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
P.A.G.E.
web concept & design
www.pageexperts.com