Almanacco del Monte Argentario: Natura > Clima
 
 
  In questa pagina:

Profilo del
Monte Argentario


Tabella delle
temperature medie


Tabella delle
precipitazioni medie


Descrizione
delle stagioni

   
Rara come la neve: la nebbia sul Monte Argentario. Visto da Ronconali.
Foto: Gerd Malcherek
 

     
Tutti parlano del tempo.
Anche questi dati.
 
   
Di Gerd Malcherek   La descrizione del tempo si basa su una componente oggettiva e una soggettiva. La componente oggettiva è illustrata tramite cifre e dati statistici. In questa pagina presento i dati delle temperature e precipitazioni medie per il Monte Argentario in relazione ad altre località. La componente soggettiva non è altrettanto precisa (ma comunque informativa) è viene quindi proposta come informazioni aggiuntive.
  Riferimento
online:


Copyright

   

 
Il profilo del Monte Argentario
 
 
    Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic    
      Monte Telegrafo,
alt.: 632 m (vedi NdA)
42,40°N 11,20°E
Temperature medie in °C   8,2 8,4 10,0 12,9 16,8 20,7 24,0 23,9 20,7 16,5 12,4 9,1   Dati rilevati da 1961
 
      Grosseto, alt.: 5 m
42.75°N 11.00°E
Precipitazioni medie in mm   60,9 54,6 55,2 47,6 39,8 36,1 15,1 25,0 51,0 88,2 107,4 67,7   Dati rilevati da 1961

     
Nota dell’autore: tutti i dati provengono dal WorldClimate.com. Lì vengono raccolti i dati da circa 10.000 stazioni meteorologiche distribuite in tutto il globo ed elaborate dal Global Historical Climatological Network (GHCN) dell’Oak Ridge National Laboratory (Tennessee, USA). È bene notare che non tutti i dati qui riportati hanno il medesimo valore statistico, poichè mentre alcune stazioni rilevano i dati da 200 anni od oltre, altre sono più recenti.
I dati pertanto non possono essere utilizzati per previsioni meteorologiche mentre quanto riguarda i dati giornalieri si possono verificare scostamenti anche molto significativi dalle medie.
 
La temperatura media mensile: viene calcolata dalle medie giornaliere di ogni mese. Per la compilazione di questa tabella per il Monte Argentario erano disponibili solo le temperature massima e minima. Ho calcolato la media per semplice interpolazione. Devo ammettere che ciò non è statisticamente coretto ma serve per dare un’idea dell’andamento termico.
Inoltre le temperature rilevate si rifferiscono alla sommità di Monte Telegrafo che si trova ad una altitudine di 630 m sul livello del mare. Poichè sia i paesi Porto Santo Stefano e Porto Ercole che le varie spiagge si trovano quasi al livello del mare, la loro temperatura è stata indicata come quella di Monte Telegrafo aumentata di 2,5 °C. Ciò corrisponde ad un gradiente termico di 0,4 °C / 100 m.
 
La precipitazione media: viene calcolata dalla media mensile di pioggia, neve e grandine. Per il Monte Argentario, non esistendo dati, essi provengono da Grosseto, circa 30 Km a nord e probabilmente non differiscono molto da quelli effetivi di Monte Argentario.
 
  Riferimenti
online:


Tabella delle
temperature medie


Tabella delle
precipitazioni medie


 
Internet:

WorldClimate.com
www.worldclimate.com

Oak Ridge
National Laboratory
www.ornl.gov


     

 
L’inverno sul Monte Argentario è mite. Il periodo da metà novembre a fine gennaio può essere piovoso. Ma ci è già capitato di poter fare un’ultima nuotata in mare anche il 1° novembre. Solitamente nei mesi invernali (dicembre, gennaio, febbraio) le temperature si aggirano sui 10–12 gradi. Raramente gela. Tutti ricordano ancora la nevicata di Natale 1996, quando un manto di 30 centimetri ricoprì il promontorio. Ma anche in quell’occasione, a capodanno già si potevano registrare 20 gradi.
 
La primavera può essere molto breve, con temperature che raggiungono in poco tempo i 25 gradi. Dall’inizio di febbraio la vegetazione inizia a risvegliarsi. A Pasqua si può già iniziare a prendere il sole. Ma è ancora troppo presto per il bagno in mare. Da metà maggio si può contare su temperature estive, che potrebbero raggiungere i 30 gradi.
 
L’estate. Da giugno a settembre la pioggia è solo un lontano ricordo, tanto che da agosto in poi la vegetazione assume un aspetto arso. Sicuramente un conforto sapere che anche nei mesi più caldi, luglio e agosto, il termometro resta intorno ai 30 gradi e non raggiunge le temperature afose delle città dell’entroterra. Nei primi mesi estivi, maggio e giugno, la sera rinfresca fino a circa 20 gradi. In luglio e agosto le temperature notturne non scendono sotto i 25 gradi. Lungo le spiagge e i bassi fondali sabbiosi, l’acqua di mare si scalda rapidamente. C’è in genere poco vento, nulla di che entusiasmare un velista, se non dotato di un leggero Hobiecat o Laser.
 
L’autunno. Fine settembre: finalmente torna la pioggia, decisamente benvenuta dopo un’assenza di tre mesi. La vegetazione rinverdisce, riprende a crescere e molte piante offrono una seconda fioritura. La temperatura atmosferica e del mare permette ancora di fare il bagno in mare, ma l’estate mediterranea è ormai finita.
 
Conclusione: Se amate il sole e il mare, l’estate all’Argentario fa proprio al caso vostro. Se provenite invece dai paesi dell’Europa settentrionale e soffrite di carenza di luce, troverete una cura istantanea all’Argentario in qualsiasi periodo dell’anno. Unico punto sfavorevole: è difficile garantire un Bianco Natale!
 
  Riferimenti
online:


Wind Chill –
Perchè abbiamo
freddo anche se
non fa freddo.


Tornado –
Attenzione
alle forze
della natura.

Copyright
 
 
 
  Vai al sommario  |  Chiudi questa pagina
 

Vai a inizio pagina
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
P.A.G.E.
web concept & design
www.pageexperts.com