Almanacco del Monte Argentario: Natura > Lago di Burano – contratto con la natura

 
  In questa pagina:

Flora & Fauna

Il percorso-natura

La Convenzione
di Ramsar


Come arrivarci

Cartina schematica
del Lago di Burano

   
Il Lago di Burano e il Monte Argentario.
Foto: Fabio Cianchi
 

 
  Lago di Burano – contratto con la natura
Il lago è uno stagno costiero salmastro, relitto di un antico lago. Lo specchio d’acqua ha una superficie di circa 140 ettari e una profondità media di un metro. È collegato con il mare attraverso un canale, che viene aperto secondo le esigenze di gestione. Il lago è una zona umida di importanza internazionale (Convenzione di Ramsar). È riserva naturale dello stato dal 1980 e sito di importanza comunitaria (S.I.C.). 1995 l’istituzione “Eurosite” ha classificato il Lago di Burano al primo posto.
   
   
Posizione geografica: in Toscana, lungo la costa tirrenica nel comune di Capalbio, provincia di Grosseto.
Estensione: 1010 ettari.
Data di creazione: 1967.
Gestione: a cura del WWF Italia sulla base di una concessione della proprietà (Sacra SpA).
Attrezzature: percorsi–natura, percorso per disabili motori, foresteria, capanni e torre di osservazione, giardino delle farfalle, area faunistica, osservatorio notturno, sala proiezione.
  Riferimenti
online:


WWF Italia
www.wwf.it


Copyright
 
 

Il mestolone
(Anas clypeata),
il simbolo del
Oasi di Burano.
 
Flora e Fauna
Al mare la vegetazione ha colonizzato la spiaggia con piante pionere. La macchia è ricca e atratti impenetrabile. La foresta è formata da grandi esemplari di leccio e da antiche e bellissime sughere. La vegetazione palustre si distribuisce con un folto canneto a canna di palude insieme alla tifa, al giunco, ai carici, ai ciuffi di tamerice.
 
La scena è dominata, dall’autunno alla primavera, dal popolo variopinto e numeroso degli uccelli acquatici. Il Lago di Burano raccoglie decine di migliaia di esemplari svernanti, appartenenti alle specie più comuni di anatidi, comprese anche alcune rarità.
   
 
Riferimento
online:


L’avifauna del
Lago di Burano


 
   
Il percorso-natura
La Riserva del Lago di Burano è attrezzata con un sentiero–natura che si distribuisce lungo la duna e si affaccia sul lago con sette punti di osservazione costituiti di sei capanni e una torre di avvistamento. Per una visita guidata occorre telefonare e prenotare in anticipo. La domenica vi sono visite guidate con partenza alle 10.00 e alle 14.00. Ogni visita dura 2–3 ore.
     
   
La Convenzione di Ramsar
Un contratto per la protezione di zone umide basato sul diritto internazionale. Questo programma riguarda più di 1.200 zone umide in più di 130 stati. Il contratto fu firmato nel 1971 nella città iraniana di Ramsar sul Mar Caspio, sotto il patrocinio
dell’ UNESCO (United Nations Educational, Scientific and Cultural Organization), con entrata in vigore a partire del 1975. Attualmente esso è uno dei primi accordi internazionali riguardanti la protezione della natura. Le grosse organizzazioni internazionali, come WWF (World Wildlife Fund) e IUCN (International Union for Conservation of Nature and Natural Resources) sono state le principali coinvolte nella stesura di questo contratto.
 
Gli stati membri s’impegnano ad usare mezzi adeguati per proteggere l’ambiente degli uccelli acquatici e rendere possibile la biodiversità. Per queste zone umide non esiste una proibizione assoluta al loro utilizzo, ma piùttosto l’utilizzo deve essere adeguato ad uno sviluppo ecologicamente bilanciato. Il controllo dell’esecuzione di questo contratto deve essere garantito tramite le leggi e i decreti nazionali.
     
   
Come arrivarci: dalla Strada Statale Aurelia si prende il bivio per Marina di Capalbio al Km 133. Oltre il sottopassaggio della ferrovia, sulla sinistra si seguono le indicazioni per l’Oasi WWF. — In treno: stazione ferroviaria di Capalbio Scalo, linea Roma–Genova. (Ved.: cartina del Lago di Burano)
Indirizzo: Oasi di Burano, c/o Fabio Cianchi
01089 Capalbio Scalo
Tel: 0564–898 829
Fax: 0564–898 829
E-mail: oasiburano@inwind.it
  Riferimenti
online:


Cartina del
Lago di Burano


Altro sito WWF
in questa zona:
Casale di Giannella,
Laguna di Obetello.

 
 
 
 
  Vai al sommario  |  Chiudi questa pagina
 

Vai a inizio pagina
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
P.A.G.E.
web concept & design
www.pageexperts.com