Almanacco del Monte Argentario: Natura > Trombe d’Aria

 
  Su questa pagina:
 
Trombe d’aria –
descrizione

Condizioni per
il verificarsi delle
trombe d’aria

Velocità del vento –
Beaufort-Skala

   
Trombe d’aria nei pressi dell’Isola del Giglio.
Foto: trovata in un negozio in Porto Santo Stefano,
fotografo ignoto.

 
 

 
Di Gerd Malcherek
  Trombe d’Aria – i tornado europei
Le trombe d’aria vengono generate in Europa centrale da nuvole temporalesche (Cumulo Nimbus). Non si tratta di un fenomeno raro, ma piuttosto di una situazione meteorologica ricorrente in tutta la zona mediterranea. Le trombe d’aria hanno una forza devastante tanto quanto quella dei Tornado d’oltreoceano. La sola differenza è che, fortunatamente, si verificano di solito in mare aperto.
   Una tromba d’aria inizia a essere visibile dal suo punto di partenza sull’acqua. Prima che si formi la tromba vera e propria, è possibile vedere anche una formazione a imbuto a raso della volta nuvolosa. Le trombe d’aria sono sempre associate alla presenza di nuvole temporalesche (Cumolo Nimbus).
Attenzione alla forza della natura!
Le trombe d’aria possono avere un diametro di pochi metri, ma che può raggiungere anche i 200 metri. All’interno o nell’immediata vicinanza di una tromba d’aria, il vento raggiunge facilmente una velocità di 150 nodi, 270 Km/h (vedere anche la scala Beaufort a seguito). Quando la tromba d’aria arriva, la pressione si abbassa in modo repentino, simile a un’esplosione da decompressione, devastante per cose e persone.
 

  Riferimento
online:


Copyright

     
Condizioni per il verificarsi delle trombe d’aria

Il mare deve essere molto caldo. La temperatura massima viene raggiunta di solito in estate avanzata.

Dell’aria fredda deve arrivare con una corrente d’aria dal nord. L’atmosfera diventa instabile e si formano delle nuvole (Cumulo Nimbus) che raggiungono quote molto elevate.

Un fronte freddo che passa sul mare causa quasi sempre temporali. Tuttavia non è prevedibile se e quando si formano anche trombe d’aria.

Le trombe d’aria si verificano con maggior probabilità in condizioni temporalesche ma con poco o senza vento (anche se non si vedono fulmini nè si sentono tuoni).
 

  Bibliografia:

Dieter Karnetzki:
Wolken und Wetter,
Klasing, 1992.

Joachim Schult:
Seglerlexikon,
Delius Klasing,
1998.

     
Velocità del vento: Beaufort Scala
Deve il suo nome all’ammiraglio inglese Sir Francis Beaufort, 1774–1857.
 
   
Beaufort   Velocità del vento   Descrizione
0   0–1 kn = 0–1,8 Km/h   Calma
1   1–3 kn = 1,8–5,5 Km/h   Bava di vento
2   4–6 kn = 7,5–11 Km/h   Brezza leggera
3   7–10 kn = 13–18,5 Km/h   Brezza tesa
4   11–15 kn = 20,5–28 Km/h   Vento moderato
5   16–21 kn = 29,5–39 Km/h   Vento teso
6   22–27 kn = 40,5–50 Km/h   Vento fresco
7   28–33 kn = 52–61 Km/h   Vento forte
8   34–40 kn = 63–74 Km/h   Burrasca
9   41–47 kn = 76–87 km/h   Burrasca forte
10   48–55 kn = 90–102 Km/h   Tempesta
11   56–63 kn = 103,5–116,5 Km/h   Tempesta violenta
12   >64 kn = 118,5 Km/h   Uragano
  >150 kn = >270 Km/h   Tromba d’aria
   
 
 
 
  Vai al sommario  |  Chiudi questa finestra
 
 

Vai al inizio pagina
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
P.A.G.E.
web concept & design
www.pageexperts.com