Almanacco del Monte Argentario: Luoghi > Arcipelago Toscano

 
  Su questa pagina:

Gorgona
Capraia
Elba
Corsica
Pianosa
Montecristo
Isola del Giglio
Giannutri
   
Visibilità delle isole dell’Arcipelago Toscano
dal Monte Argentario
Cartina: Gerd Malcherek
 

 
  L’Arcipelago Toscano
L’Arcipelago Toscano comprende sette isole di straordinaria bellezza di cui ben quattro sono raggiungibili direttamente dal Monte Argentario. Le isole direttamente raggiungibili dal Monte Argentario sono: Isola del Giglio, Giannutri, Elba, Montecristo. Le tre isole non direttamente raggiungibili dal Monte Argentario sono Gorgona, Capraia e Pianosa.
 
   
Riferimento
online:


Geologia e
attività minerarie

   
Gorgona
La più piccola e settentrionale delle isole dell’Arcipelago Toscano è da oltre un secolo sede di una colonia penale, per cui vi si può sbarcare solo su autorizzazione del Ministero di Grazia e Giustizia concordato con la direzione del carcere. Interamente montuosa e ricoperta da una fitta vegetazione, è più selvaggia nella parte occidentale. I Pisani vi innalzarono alcune fortificazioni, come la Torre Vecchia; la Torre Nuova risale invece ai Medici.
Info: Gorgona è estesa per 220 ettari e dista 37 km da Livorno, ha uno sviluppo costiero di poco più di 5 km, è territorio del comune di Livorno.
Linea marittima: Torremar da Livorno
Visibilità dal Monte Argentario: non è visibile.
 
   
Riferimento
online:


Copyright
 
   
Capraia
Ex-colonia penale, famosa per le attrattive naturalistiche, presenta forma ellittica ed è attraversata da una dorsale che culmina nel Monte Castello (445 m). Frequentata fin dall’antichità, difesa dai Pisani e dai Genovesi, ha coste a strapiombo ed un’unica spiaggia raggiungibile solo dal mare, grotte e punti panoramici. È luogo di sosta di numerose specie di uccelli migratori.
Info: Capraia dista ben 64 km dalla costa toscana, è estesa per 1.930 ettari, con 27 km di coste, è comune autonomo.
Linea marittima: Toremar da Livorno
Visibilità: Capraia è una delle isole più belle dell’Arcipelago Toscano, ma non è purtroppo visibile dall’Argentario.
 
   
Internet:

Torremar
(linea marittima)
www.gruppotirrenia.it/
toremar

 
*Per riferimento:

1 miglio marino
(NM = Nautical Mile)
corrisponde a
1,852 Km.
Da non confondere
con il miglio
terrestre inglese
(1,6093426 km)
o americano
(1,6093472 km).
 
Elba
L’unica località dell’Elba raggiungibile da Porto Santo Stefano, transitando dalle “Formiche di Grosseto”, è l’incantevole baia di Porto Azzurro. L’abitato, affacciato sul porto (il secondo dell’isola), è disposto ad anfiteatro e dominato dalla fortezza penitenziario di Longone su un promontorio che precede la baia e la spiaggia di Barbarossa. Oltre Capo Bianco si trovano la Spiaggia Reale e le Spiagge Nere; la costa prosegue quindi alta e rocciosa, fino a Punta delle Cannelle.
Info: la terza isola italiana per estensione (22.350 ettari), con 147 Km di coste, dista solo 10 Km dalla costa di Piombino, è amministrativamente suddivisa in otto comuni: Campo nell’Elba, Capoliveri, Marciana, Marciana Marina, Porto Azzurro, Portoferraio, Rio Marina, Rio nell’Elba.
Traghetti: Vega Navigazione, mini- e maxicrociere nei mesi estivi.
Tempo di navigazione per tragitto: dipende dalle crociere.
Visibilità: Elba è a 35 miglia (64 Km) di distanza. Visibile solo nelle giornate veramente limpide di settembre-ottobre. Ma si confonde facilmente con la costa della terraferma a nord.
Note particolari: parcheggiare: a Porto Santo Stefano, a lato della biglietteria dei traghetti, potete trovare un comodo “Recapito Garage”: lasciate loro la vostra auto, ci penseranno loro a portarla in un garage sulla strada del Campone e a riportarvela in tempo per il vostro ritorno all’orario stabilito. Eviterete così una buona dose di stress!
 
  Internet:

Vega Navigazione
(linea marittima)
www.veganavi.it

 
   
Corsica
Visibilita dal Monte Argentario: Corsica è a 120 Km o 65 miglia di distanza, risulta visibile molto raramente, nelle belle giornate autunnali con forte maestrale, grazie alle sue vette che raggiungono i 2.700 m sul livello del mare.
 
   
 
   
Pianosa
L’isola “piatta”, coltivata fin dai tempi più antichi, da colonia penale di massima sicurezza si è trasformata in oasi naturale incontaminata con flora e fauna di molteplici rarità ed è stata completamente inserita nel Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano. Per questo la visita è organizzata seguendo un percorso con guida ambientale a numero chiuso di visitatori.
Info: dista solo 14 km dall’Elba è estesa per 1.025 ettari, con uno sviluppo costiero di 26 km, è territorio del comune di Campo nell’Elba.
Linee marittime: Toremar A/R settimanalmente da Piombino via Porto Azzurro e visitabile solo su prenotazione. Con Vega Navigazione da Porto Santo Stefano: Pianosa è solo avvicinabile senza possibilità di sbarcare durante la maxicrociera dei mesi estivi.
Visibilità: molto difficile da scorgere è l’isola-prigione di Pianosa. Poco più di un grande banco sabbioso, si erge solo 30 m sul livello del mare e dista 80 Km o 43 miglia dall’Argentario.
 
   
Internet:

Torremar
(linea marittima)
www.gruppotirrenia.it/
toremar


Vega Navigazione
(linea marittima)
www.veganavi.it

 
   
Montecristo
Solitario scoglio di granito che raggiunge i 646 m di altezza, Montecristo è l’isola dell’arcipelago più distante dalla terraferma. Gode di tutela ambientale eccezionale ospitando specie endemiche protette di fauna e flora. Dichiarata Riserva Naturale Biogenetica dal Consiglio d’Europa, è più che altro resa famosa dal romanzo “Il conte di Montecristo” di Alexandre Dumas a cui deve parte del suo mistero e della sua particolare attrattiva. L’isola è chiusa all’accesso pubblico e può essere avvicinata e raggiunta solo su autorizzazione. Le liste d’attesa sono piuttosto lunghe.
Info: Montecristo si estende su 1.040 ettari dista 63 km dall’Argentario e 45 km dall’Elba le sue coste si sviluppano per 16 km. Dipende amministrativamente dal comune di Portoferraio, Elba.
Traghetti: Vega Navigazione, mini- e maxicrociere nei mesi estivi.
Tempo di navigazione: dipende dalle crociere.
Permesso: l’isola di Montecristo è una riserva naturale integrale e non è accessibile al pubblico senza permesso. Sono vietati l’accesso, la sosta, l’ancoraggio e le immersioni nella area marina protetta detta zona 1.
Visibilità dal Monte Argentario: questa isola leggendaria si contraddistingue per la sua forma a panettone che raggiunge i 645 m sul livello del mare. Dista 28 miglia (52 Km) dall’Argentario. Nelle giornate più limpide, la si può scorgere pochi gradi più a ovest del Giglio.
 
   
Riferimento
online:


Foto di Montecristo
 
 
 
 
Internet:

Vega Navigazione
(linea marittima)
www.veganavi.it

 
Passeggiate con
vista sulle isole:


Punta Ciana
Mar Morto
Il Purgatorio
Capo d’Uomo
Ronconali
 
Isola del Giglio
Il tragitto per raggiungere l’isola del Giglio costeggia il Monte Argentario fino all’altezza dell’Argentarola per poi dirigersi verso Giglio Porto. Presenta in gran parte coste scoscese e sul versante orientale alcune baie sabbiose (cale delle Caldane, delle Cannelle, dell’Arenella) nei dintorni dell’abitato di Giglio Porto; quest’ultimo è il punto di partenza per visitare l’isola.
    Per chi non desidera traghettare l’automobile è a disposizione un servizio autobus che collega frequentemente il porto con Giglio Castello e Giglio Campese. L’affascinante borgo medievale di Giglio Castello, racchiuso da un muro di cinta, è zona pedonale con strette viuzze che portano alla rocca. E’ collocato lungo la dorsale che attraversa l’isola, in una stupenda posizione panoramica. Mulattiere e sentieri attraversano estesi vigneti fino a Giglio Campese, l’abitato che si trova sul versante nordoccidentale, contraddistinto da una possente torre su un’ampia insenatura sabbiosa, in parte attrezzata con servizi di attrazione turistica.
Info: l’Isola del Giglio estesa per 2.120 ettari, si trova a meno di 15 km dal promontorio dell’Argentario, con 28 km di coste, il capoluogo comunale è Giglio Castello.
Linee marittime: Maregiglio, Agenzia Porto Santo Stefano, Piazzale Candi. Toremar, Biglietteria Agenzia Marittima Metrano, Porto Santo Stefano, Piazzale Candi.
Tempo di navigazione: 60 min.
Note particolari: sull’isola del Giglio c’è praticamente una sola strada; è meglio quindi lasciare la macchina a Porto Santo Stefano e usare il servizio di autobus, che vi può portare a orari regolari alla spiaggia del Campese o a Giglio Castello.
   A Porto Santo Stefano, a lato della biglietteria dei traghetti, potete trovare un comodo “Recapito Garage”: lasciate loro la vostra auto, ci penseranno loro a portarla in un garage sulla strada del Campone e a riportarvela in tempo per il vostro ritorno all’orario stabilito. Eviterete così una buona dose di stress!
Visibilità dal Monte Argentario: quasi sempre visibile, tranne nei giorni estivi di maggiore foschia. Dista poco più di 8 miglia marine (circa 15 Km) e raggiunge i 500 metri di altezza, proprio di fronte all’Argentario.
 
   
Internet:

Maregiglio
(linea marittima)
www.maregiglio.it


Torremar
(linea marittima)
www.gruppotirrenia.it/
toremar


Vega Navigazione
(linea marittima)
www.veganavi.it

 
   
Giannutri
Dalla forma a mezzaluna, è la più meridionale isola dell’arcipelago e chiusa del tutto al traffico automobilistico. Generalmente le sue coste sono ripide e rocciose, ma offrono la possibilità di attracco e balneazione in corrispondenza delle cale dello Spalmatoio e Maestra che sono collegate con una strada interna sterrata di breve percorrenza (15 min. ca.). La bellezza selvaggia del paesaggio è dovuta alla vegetazione di ginepri e olivastri ed alla trasparenza del mare. A nord si trovano i resti della villa romana dei Domizi Enobarbi, del I sec. d.C. visitabile nel primo pomeriggio accompagnati dal custode con partenza dal ristorante di Cala Maestra.
Info: Giannutri ha una superficie di circa 260 ettari , con uno sviluppo costiero di 11 Km. Dista circa 12 Km dall’Argentario e 15 Km dal Giglio. Giannutri è territorio del comune del Giglio.
Linee marittime: Maregiglio, Agenzia Porto Santo Stefano, Piazzale Candi. Toremar, Biglietteria Agenzia Marittima Metrano, Porto Santo Stefano, Piazzale Candi.
Tempo di navigazione: 80 min.
Visibilità dal Monte Argentario: Giannutri dista circa 9 miglia (16 Km) dall’Argentario. Senza alture, è visibile solo in giornate molto limpide.
 

 
   
Internet:

Maregiglio
(linea marittima)
www.maregiglio.it


Torremar
(linea marittima)
www.gruppotirrenia.it/
toremar


Vega Navigazione
(linea marittima)
www.veganavi.it

 
   
  Vai al sommario  |  Chiudi questa pagina
 
 

Torna a inizio pagina
 
 
 
 
P.A.G.E.
web concept & design
www.pageexperts.com